“Ti porto 100 milioni, risolvo il problema e in cambio mi prendi Ronaldo”

0
48259

Mendes ormai fuori controllo, arriva la proposta assurda, ecco le ultime! Una gara non banale, quella del debutto ai Mondiali in Qatar del Portogallo, che ha faticato, ma alla fine ha avuto ragione del Ghana per 3-2.

Una partita che ha visto Cristiano Ronaldo battere un altro record della sua formidabile, andando a segno per il quinto Mondiale, primo nella storia a riuscirci. E che è stata anche il palcoscenico del primo gol in nazionale di Rafael Leao.

Ottimo impatto, quello del giocatore del Milan, che ha inaugurato al meglio la rassegna iridata, in cui era annunciato tra i possibili protagonisti, pronostico cui sembra poter tener fede.

Chissà che Fernando Santos non pensi di lanciarlo da titolare nella gara contro l’Uruguay, in cui il Portogallo, con altri tre punti, potrebbe blindare il passaggio agli ottavi di finale con un turno di anticipo.

Ma i lusitani dovranno fare attenzione, contro un avversario scomodo in generale e che oltretutto nell’ultimo precedente, quello degli ottavi di finale a Russia 2018, li ha estromessi dal torneo.

In attesa di capire se Leao e Cristiano Ronaldo saranno insieme in campo dall’inizio contro i sudamericani, il loro futuro potrebbe intrecciarsi anche sul mercato.

“Ronaldo in cambio di Leao”, il piano a sorpresa di Jorge Mendes

Il rinnovo di Leao passa anche dalla soluzione del caso Sporting, con il Milan che vuole contribuire al pagamento della multa. Ma gli ultimi scambi tra le parti, prima del Mondiale, non hanno portato a una soluzione.

Orfeo Zanforlin, opinionista, a Top Calcio 24 ipotizza uno scenario da tenere d’occhio, relativamente all’ex Lilla, con Jorge Mendes, agente di Leao e anche di Cristiano Ronaldo, alla regia: “Il Milan deve risolvere il problema Leao.

Se Jorge Mendes riuscisse a chiudere una grande operazione con plusvalenza in Premier League, potrebbe andare dal Milan e dire ‘ti porto 100 milioni, risolvo problema multa e in cambio mi prendi Ronaldo’.

Certo, poi ci sarebbe da mettere a posto la questione degli equilibri tattici della squadra, ma quello è un altro discorso”.