Retroscena Belotti-Milan: ecco perché è saltato tutto!

0
1260

Arriva l’annuncio ufficiale del mancato passaggio dopo tanto tempo. Andrea Belotti solo pochi anni fa era considerato uno degli attaccanti più forti d’Europa.

La stagione con la maglia del Torino da 26 gol a stagione era una consacrazione e il grande salto sembrava inevitabile. Lui, milanista da sempre, sognava di farlo con il Milan, ed è andato vicinissimo a farlo nell’estate del 2017.

Fassone e Mirabelli avevano appena preso le redini del Milan dopo il passaggio del club nelle mani di Yonghong Lì. Un inizio rivoluzionario con undici nuovi acquisti messi a disposizione di Vincenzo Montella, fra cui anche l’attaccante Nikola Kalinic, voluto fortemente proprio dal tecnico.

La società rossonera, però, aveva in mente tutt’altro, e Belotti era stato davvero ad un passo. Ad anni di distanza, finalmente è stata svelata la verità: a spiegare perché l’affare è andato in fumo ci ha pensato Urbano Cairo, numero uno del Toro, in un’intervista.

Fassone e Mirabelli si presentarono da Cairo con un’offerta molto importante per acquistare Belotti. L’attaccante, milanista da sempre e con Shevchenkoo come idolo, aveva ovviamente detto sì. Sul più bello però l’affare saltò e oggi scopriamo il perché, come rivelato da Cairo.

Il presidente del Torino inserì nel contratto di Belotti una clausola da 100 milioni per l’estero perché sapeva dell’interessamento addirittura del Real Madrid, ma era il Milan la squadra pronta all’assalto: “Me lo chiesero in prestito con un mezzo obbligo di riscatto.

Marco Fassone giustifica l’offerta di basso profilo dicendo: ‘Abbiamo già speso tanto’. Sì, ma stiamo parlando di un cannoniere da 26 gol e, se lo dò in prestito senza incassare, come lo sostituisco?”, incalza ancora Cairo.

“Belotti voleva andare al Milan, c’è rimasto male, poi ha giocato un brutto campionato, infortunandosi spesso. Non ho rimpianti sulla questione, anche perché io guardo sempre avanti“, ha concluso l’editore.

Belotti è stato accostato al Milan anche altre volte dopo questo episodio, soprattutto l’anno scorso quando si è liberato dal Torino a parametro zero.

I rossoneri, però, non lo hanno mai valutato concretamente, così solo dopo diversi mesi è riuscito a trovare squadra: la Roma.

Dopo una prima stagione negativa con addirittura zero gol segnati in campionato, è in cerca di riscatto. Giovedì ha segnato una doppietta in Europa League e la speranza è quella di ritrovare la miglior versione di sé.