Calciomercato: il nuovo trequartista dalla Serie A

0
5594

E’ un Milan nuovo, diverso, che basa i suoi principi e valori su un gruppo di lavoro che insieme prenderà ogni decisione. La collaborazione e il confronto sono le caratteristiche che fanno da fulcro alla nuova dirigenza rappresentata da Giorgio Furlani e Geoffrey Moncada, con più voce in capitolo per Stefano Pioli. Ma non soltanto. Il nuovo Milan baserà tanto delle sue scelte su numeri, dati e statistiche.

Il club rossonero, guidato da Gerry Cardinale, si affiderà infatti a metodi innovativi come l’algoritmo Moneyball per provare a prendere le decisioni più giuste, soprattutto sul mercato.

L’algoritmo in questione, ideato dall’americano Billy Beane, nasce principalmente per essere applicato al baseball. Un metodo fornito ai Generale Manager per scegliere i giocatori più utili alla loro squadra.

Ma come abbiamo imparato a comprendere, a RedBird piace estendere le sue strategie d’azione ad ogni ambito e azienda che gestisce.

Ecco dunque che il metodo Moneyball viene già utilizzato anche al Milan. Il risultato del suo recente utilizzo nell’ambito del mercato rossonero ha dato i suoi frutti. L’algoritmo ha individuato il perfetto sostituto di Brahim Diaz.

Come riporta tuttoudinese.it, il moneyball del Milan ha rintracciato nel profilo di Lazar Samardzic il sostituto ideale di Brahim Diaz. Ma in base a cosa?

Ai dati in possesso dell’algoritmo chiaramente, e che fanno riferimento ai classici parametri tecnici, fisici e tattici di un giocatore. Ma non soltanto.

Moneyball è anche in grado di calcolare la funzionalità di un calciatore in una data squadra in riferimento a dei parametri atipici, come l’alimentazione o il sonno di un dato atleta.

Calcoli che possono prevedere la buona o cattiva riuscita di un trasferimento. Ecco dunque che il metodo innovativo ha dato una prima importante risposta al Milan.

E’ Lazar Samardzic, in base alle varie caratteristiche, colui che potrebbe rappresentare il perfetto trequartista da regalare a Stefano Pioli. Da comprendere, adesso, se la dirigenza milanista muoverà i primi passi cercando di aprire una trattativa.

La cosa certa è che il profilo del serbo piace da parecchio al Milan, quando ancora Paolo Maldini e Frederic Massara erano i dirigenti.

Il contratto di Samardzic è in scadenza con l’Udinese nel 2026. Il Milan, se vorrà affondare il colpo, dovrà presentare un’offerta notevole ai bianconeri, probabilmente vicina ai 20 milioni di euro. Da sottolineare la concorrenza già agguerrita per il centrocampista classe 2002. C’è il Napoli in prima fila!