Avvio di stagione fantastico per l’Inter e soprattutto per Lautaro Martinez, che segna con grande regolarità confermandosi tra i migliori della Serie A. Uno status da campione che lo pone anche sotto la lente di ingrandimento di una big inglese

L’Inter conduce con merito la classifica di Serie A, trascinata dalle prodezze dei singoli ma anche dalla grande solidità dell’intera squadra messa in piedi da Simone Inzaghi.

Dal punto di vista delle individualità a spiccare è naturalmente Lautaro Martinez, che con 5 gol conduce la classifica marcatori, confermandosi un calciatore di livello assoluto.

Il campione del Mondo argentino è il faro dell’attacco meneghino ed inevitabilmente risulta sempre come un nome appetibile anche dal punto di vista del calciomercato.

Non mancano infatti gli estimatori del ‘Toro’ in maglia numero 10, che punta a trascinare l’Inter ad uno scudetto che manca da due stagioni piene, quando a sedere sulla panchina nerazzurra c’era Antonio Conte.

Lautaro parla quindi la lingua universale del gol, gli stessi che mancano ad una big di Premier League come il Chelsea, ancora una volta partito in difficoltà nonostante l’ennesima campagna acquisti dispendiosa.

Nelle ultime sessioni i londinesi hanno fatto importanti interventi di mercato, ed anche di recente hanno potenziato l’attacco con i vari Jackson, ancora acerbo, e Nkunku che è infortunato e ha comunque caratteristiche non da prima punta.

Calciomercato Inter, Sos attacco: il Chelsea non dimentica Lautaro Martinez

Lautaro Martinez viene presentato come una opzione ideale per il Chelsea anche se ha un contratto ancora lungo e solido con l’Inter fino al 2026.

L’Inter al momento non pensa ad una cessione, ma un’offerta sostanziosa, come sottolineato dal portale iberico, e che potrebbe andare intorno ai 150 milioni di euro, potrebbe far riconsiderare la situazione.

Un pezzo quindi estremamente pregiato e soprattutto costoso per il Chelsea che ha iniziato anche quest’anno con troppi alti e bassi. In caso di passaggio ai ‘Blues’ Lautaro incrocerebbe anche il connazionale Mauricio Pochettino, che proprio questa estate ha preso le redini dei londinesi, che hanno bisogno di un cambio di marcia.