Ultime ore calde per lui, momento dei saluti.

0
4969

La dirigenza rossonera pronta a cedere alcune pedine, per il primo sono le ultime ore in Casa Milan.

Il calciomercato del Milan si è letteralmente infiammato in queste ultime ore. I rossoneri hanno deciso di premere il tasto sull’acceleratore per provare a mettere le mani su Nicolò Zaniolo.

Vi abbiamo raccontato tutto: dalla rottura con la Roma avvenuta prima del match contro lo Spezia, al tentativo del club rossonero di anticipare il suo acquisto durante il calciomercato di gennaio.

Che Zaniolo fosse un obiettivo di calciomercato del Milan non è certo un segreto. Paolo Maldini e Frederic Massara hanno provato ad acquistare il giocatore già durante la sessione estiva ma la Roma ha sparato alto, chiedendo più di 60 milioni di euro.

Ora il prezzo è inevitabilmente crollato per via di un contratto in scadenza il 30 giugno 2024 e di una stagione non certo esaltante ma il Milan ha voglia di scommettere sul calciatore.

Sul piatto è finita un’offerta da circa 22/25 milioni di euro complessivi, tra prestito e diritto di riscatto (diventerebbe obbligo al raggiungimento della Champions League).

Una proposta che però non convince la Roma che vorrebbe garanzie per la sua cessione e una cifra decisamente più alta sui 35/40 milioni. Le prossime ore ci diranno se l’affare può davvero andare in porto o meno.

Tempo di addii

Nel frattempo il Milan continua a lavorare alle uscite. La mancata convocazione di Bakayoko per la trasferta di Roma è un segnale forte di come la sua avventura sia ormai agli sgoccioli.

E’ solo questione di tempo e mai come in questo momento il francese è vicino all’addio, con i turchi dell‘Adana Demirspor, pronti ad accoglierlo. Serve chiaramente solo il sì del francese, con il Milan e il Chelsea pronti a liberarlo.

Non solo Bakayoko

Bakayoko però non è l’unico a poter lasciare il Milan in questa sessione di calciomercato, che volge ormai al termine. In via Aldo Rossi si riflette sul futuro di Yacine Adili e Marko Lazetic. Per loro trovare spazio in prima squadra è praticamente impossibile, ecco perché un’esperienza, in prestito, altrove, potrebbe essere vista come una buona soluzione.

Sull’attaccante attenzione al Cagliari, che non lo ha mai perso di vista. Per il centrocampista la pista più calda continua ad essere la Sampdoria, in cerca di rinforzi per provare ad ottenere una sempre più complicata salvezza.