in

Kessie: retroscena ecco cosa è successo a gennaio

A gennaio poteva cambiare tutto, ma ecco cosa è successo.

Il suo addio sta pesando ancora in quel di Casa Milan. Franck Kessie era una delle pedine insostituibili di Stefano Pioli. Non ci rinunciava mai, nonostante le critiche.

Il Milan sta faticando terribilmente a trovare l’equilibrio. Quell’equilibrio che il centrocampista ivoriano garantiva. Il Diavolo da qualche settimana è passato alla difesa a tre ma nelle ultime partite si sono rivisti i fantasmi di una volta. Pioli dovrà essere bravo a trovare le giuste misure per riuscire a portare il Milan in Champions League, vitale per programmare il futuro.

Dovrà farlo chiaramente senza il suo Presidente. Kessie in estate è volato a Barcellona, a parametro zero, una scelta che ha fatto discutere non poco. L’ivoriano sembrava non proprio il calciatore ideale per per il calcio che storicamente ha sempre proposto il club blaugrana.

La sua avventura è così iniziata in salita, con tante panchine. Xavi non lo ha mai considerato un titolare e il giocatore è così puntualmente partito dalla panchina. Una situazione alla quale non è abituato Kessie, che ha sempre giocato. Anzi, in rossonero era un leader, dentro e fuori dal campo.

Caos a gennaio

Appare evidente che Kessie non stia bene a Barcellona. I rumors relativi ad un suo addio imminente si intensificano. Si parlato di un possibile ritorno in Italia, addirittura al Milan, per rilanciarsi e tornare il giocatore ammirato qualche mese prima.

Le voci a gennaio continuano a rincorrersi e quelle legate ad un clamoroso approdo all’Inter si fanno sempre più insistenti. Si parla di un possibile scambio tra i nerazzurri e il Barcellona, con Kessie a Milano per riabbracciare l’amico Calhanoglu, e Marcelo Brozovic in blaugrana.

Non se ne fa nulla ma nelle prime settimane post mercato si continua a parlare di un addio in estate, con sempre l’Inter sullo sfondo ma non si escludono altre piste, come quella che porterebbe l’ex Atalanta a Londra da Antonio Conte, al Tottenham.

Avanti insieme

La realtà, però, appare un’altra: sia il Barcellona che soprattutto Kessie, a gennaio, hanno voluto che il matrimonio proseguisse per provare a cambiare il futuro. E il gol contro il Real Madrid, arrivato in pieno recupero, oltre a consegnare un pezzo di campionato al Barcellona, allontana forse definitivamente tutti i rumors che vorrebbero il giocatore lontano dalla Spagna. Oggi Kessie e i blaugrana sono certamente un po’ più vicini.

Written by E.T.

Leao: possibile addio, ma c’è un problema

In estate un errore imperdonabile! Kessie esulta il Milan cerca ancora se stesso