Colpa dei calciatori non di Pioli!

0
418

Ex difensore rossonero scarica le colpe sui giocatori, Pioli senza colpe! Due settimane davvero difficili quelle che sta attraversando il Milan. La squadra rossonera, una volta ritornata dalla sosta per le nazionali di ottobre, non è riuscita a ritrovare smalto e continuità visti nei mesi precedenti, dopo un inizio di annata particolarmente felice.

Tra infortuni sempre più continui e numerosi, risultati non fortunati e prestazioni da dimenticare, il Milan ha raccolto soltanto un pareggio e tre sconfitte nelle ultime gare ufficiali.

Doppio k.o. casalingo con Juventus e Udinese, il netto 3-0 subito in coppa sul campo del PSG ed il pareggio di Napoli che lascia l’amaro in bocca dopo il doppio vantaggio rossonero non sfruttato.Dopo lo 0-1 subito internamente dall’Udinese ieri sera, sconfitta sicuramente più amara di tutte, è tornato a regnare l’hashtag #PioliOut sui social.

Molti tifosi rossoneri chiedono la testa dell’allenatore, reo a loro parere di non aver dato più motivazioni, gioco e ritmo ad un Milan che ad inizio stagione aveva ben altre intenzioni.

Non tutti però sono convinti che le maggiori colpe per il periodo nero del Milan siano imputabili a Stefano Pioli. Ad esempio un ex fuoriclasse rossonero, attualmente opinionista sportivo di prestigio come Alessandro Costacurta, ha voluto dare al mister solo parziali responsabilità.

Il quadro dev’essere visto in maniera generale e completa. Questo il punto di vista dell’ex difensore a Sky Sport dopo il fischio finale di Milan-Udinese: “Oggi è stata la prestazione più piatta.

Contro la Juve avevo visto un buon Milan nel primo tempo, a Parigi puoi anche perdere contro una squadra molto forte. Con il Napoli hanno giocato molto bene nei primi 45′. Oggi la sconfitta preoccupa, nella fase offensiva non hai nulla in più degli altri. Leao inventa qualcosa, Giroud segna come a Napoli, ma per il resto non hai nulla”.

Su Pioli e sul suo momento difficile: “Non conosco bene l’ambiente di oggi del Milan, io ho giocato tanti anni e nei momenti difficili gli allenatori si prendevano le loro responsabilità. Credo che Pioli lo stia facendo, ma allo stesso tempo penso che i calciatori abbiano responsabilità e colpe maggiori di quelle di Stefano”.

Dunque Billy Costacurta fa capire come le colpe del Milan attuale siano principalmente due: giocatori non così di qualità in attacco e motivazione degli stessi tutt’altro che alle stelle. Pioli salvato dalle critiche, ma di certo l’allenatore non è esente dalle suddette responsabilità.