Mercato : Juventus blocca il Milan

0
564

Il club e il giocatore bloccano la trattativa con i rossoneri

Il calciomercato e l’inizio del campionato stanno per incrociare le proprie strade. Infatti tra pochi giorni la nuova stagione avrà inizio ma la sessione per i trasferimenti sarà ancora aperta per due settimane. In casa Milan si continua a lavorare per regalare a Stefano Pioli nuovi rinforzi per la rosa, specialmente per quanto riguarda la retroguardia.

Uno dei nomi che la società rossonera sta continuando a monitorare è quello di Evan Ndicka, difensore dell’Eintracht Francoforte classe ’99, vincitore della scorsa edizione dell’Europa League, che ieri sera contro il Real Madrid ha disputato l’ennesima buona prestazione.

Il contratto in scadenza nel 2023 fa gola al Milan e non solo, ma i rossoneri trovano il muro sia della società che del giocatore.

Calciomercato Milan, Ndicka vuole rimanere all’Eintracht: anche il club alza il muro

Ancora non è al completo la rosa del Milan, mentre tra due giorni i rossoneri apriranno la nuova stagione di Serie A contro l’Udinese. Uno degli obiettivi della società milanista in questi ultimi giorni di calciomercato sarebbe quello di rinforzare il reparto difensivo, che sicuramente avrà bisogno almeno di un nuovo innesto dopo l’addio di Romagnoli.

Il mirino del Milan sembrerebbe essere puntato su Evan Ndicka, difensore dell’Eintracht Francoforte classe ’99 che potrebbe essere un’occasione visto il contratto in scadenza nel 2023.

Christopher Mikel ha svelato che il club tedesco vorrebbe almeno 20 milioni di euro, ma l’ostacolo maggiore sarebbe un altro. Infatti da come ci viene riportato, nonostante la trattativa con il Milan di lunedì scorso, Ndicka vorrebbe rimanere all’Eintracht in questa stagione.

Anche il club vorrebbe trattenerlo, visto che lo considera un giocatore fondamentale, e dopo la cessione di Kostic alla Juventus non vorrebbe perdere un’altra pedina importante. Dunque al momento sembrerebbe essere bloccata la strada che porta a Ndicka per il Milan.Però fino alla fine del mercato tutto può cambiare ancora.