Oltre al Derby di questa sera i rossoneri stanno aspettando la decisione finale, ecco le ultime. Sono ore di attesa per il Milan di Stefano Pioli. I rossoneri alle ore 20.00 italiane, a Riyad, in Arabia Saudita, affronteranno l’Inter di Simone Inzaghi. In palio c’è la Supercoppa Italiana.

Tonali e compagni sono reduci da un periodo negativo, dopo i due pareggi in campionato e l’eliminazione dalla Coppa Italia, ma il derby è l’occasione giusta per rialzare la testa e mostrare a tutti le qualità del Diavolo.

Il Milan, inevitabilmente, si affiderà ai suoi campioni. Theo Hernandez e Olivier Giroud sono apparsi un po’ con le polveri bagnate, dopo un Mondiale dispendioso, ma i francesi sono pronti al riscatto e a dare una mano a chi dal Qatar è tornato bene, quel Rafael Leao, vero trascinatore dei rossoneri.

L’attaccante è stato utilizzato col contagocce dal Ct Fernando Santos ma anche con la maglia del Portogallo ha dimostrato di poter essere decisivo. Al Mondiale ha così lasciato la sua firma in ben due circostanze.

Milan, leader rossonero: inizio top

Il 2023 con la maglia del Milan, invece, si è aperto a Salerno con giocate da vero campione. E’ risultato imprendibile per i difensori campani ed è anche arrivato il gol che ha messo in discesa il match.

Il Milan in queste prime partite del nuovo anno non ha sempre indossato il suo vestito migliore ma Leao ha poche colpe. A parte la sfida contro il Torino, in cui non è riuscito ad incidere, il portoghese ha lasciato il segno in ogni match. Dopo il gol con la Salernitana è arrivato l’assist per Pobega, per il momentaneo 2-0 alla Roma, e la rete che ha riaperto la sfida di Lecce.

Leao è un punto di riferimento nel Milan di Stefano Pioli. E’ cresciuto tantissimo e i compagni si affidano a lui quando sono in difficoltà. Il lavoro del mister gli ha permesso di diventare un leader, riconosciuto dai compagni.

Il Milan, dunque, come accade ormai da parecchio tempo, si affiderà al suo campione per provare a conquistare la Supercoppa Italiana. D’altronde è stato Leao il grande protagonista dell’ultima vittoria del derby in campionato e i suoi numeri sono in netta crescita.

Il portoghese è già ad un passo dalla doppia, doppia cifra: sono, infatti, nove i gol, così come gli assist. Lo scorso anno furono 14 i centri e 12 i passaggi vincenti. Numeri che certificano il grande lavoro svolto dal Milan su Leao e chiaramente dallo stesso attaccante.

Milan-Leao, è l’ora della firma

Questi sono inevitabilmente i suoi giorni. I tifosi e tutto il mondo rossonero sono aggrappati alle sue prodezze per la partita di stasera ma su altri campi si sta giocando un’altra partita, forse ancora più importante, quella del rinnovo.

Il Milan ha sempre mostrato fiducia in merito al prolungamento del contratto del portoghese ma nell’ultima settimana è cresciuta ancora di più. Paolo Maldini e Frederic Massara hanno da tempo ricevuto il sì del giocatore, consapevole del fatto che non ci sia nulla di meglio del club rossonero per continuare il suo processo di maturazione.

Un sì che Leao ha ribadito anche al suo entourage, chiamato a lavorare con il Milan per trovare la quadratura del cerchio.

La dirigenza rossonera, ottenuto il via libera della proprietà, ha così messo sul piatto un’offerta superiore ai 7,5 milioni di euro netti a stagione, con i bonus, per arrivare alla fumata bianca. L’attuale accordo, ricordiamo, è di circa 1,5 milioni di euro fino al 30 giugno 2024.

C’è ottimismo, i contatti sono sempre più fitti e il tanto atteso incontro in sede, che profuma di svolta, non tarderà ad arrivare. L’avvocato Ted Dimvula è pronto a varcare i cancelli di Casa Milan, a breve, magari già in settimana, una volta che Maldini e Massara saranno tornati da Riyad. Venerdì può così essere il giorno giusto.

C’è ancora qualche nodo da sciogliere, come quello della clausola rescissoria, che il Milan, chiaramente, leverebbe ben volentieri, ma si accontenterebbe di mantenere l’attuale da 150 milioni di euro. L’entourage di Leao, invece, spinge per avere una via di fuga più comoda.

La Premier League in questo momento ha fatto altre scelte ma in futuro chissà… La volontà di tutti, oggi, però, è chiara: il Milan e Leao vogliono andare avanti insieme.