Cambiamento molto importante, decisione già presa.

0
360

Presto ci sarà la conferma ufficiale su questa decisione molto importante. Il prestito al Milan scade a fine giugno 2023 e sarà interessante capire in quale squadra Brahim Diaz proseguirà la sua carriera. Ci sono indiscrezioni diverse sull’argomento.

A qualche fonte risulta che Paolo Maldini e Frederic Massara abbiano intenzione di trattare con il Real Madrid l’acquisto definitivo del calciatore. Altre, invece, fanno sapere che i blancos vorrebbero riprendersi il giocatore per poi valutare durante l’estate se dargli un’occasione.

La sensazione è che in questo momento non ci sia nulla di deciso. Il rendimento del fantasista malagueño non sta certamente convincendo e dunque il club rossonero dovrà fare approfondite riflessioni prima di scegliere se provare a comprarlo o meno. Lo stesso Real dovrà riflettere sul futuro del ragazzo.

Brahim Diaz ha preso una decisione per il suo futuro


In attesa di capire dove giocherà nella prossima stagione, sembra che Brahim Diaz abbia già fatto una scelta molto importante. Non riguarda né il Milan né il Real Madrid.

Il giornalista Lino Bacco ha rivelato che il calciatore al 99,99% sarà presente nella lista dei convocati del Marocco per gli impegni del 20 marzo (contro la Colombia) e del 28 marzo.

Brahim Diaz avrebbe deciso di dire addio alla nazionale maggiore spagnola, con la quale ha collezionato solo una presenza in amichevole, per sposare la causa di quella marocchina.

Suo padre è originario del Marocco, dunque lui possiede il doppio passaporto. Da tempo stava pensando di fare un cambiamento di nazionale e sembra aver fatto la sua scelta. Si attendono conferme, ovviamente.

Il Marocco ha rappresentato la grande sorpresa dell’ultimo Mondiale in Qatar, nel quale si è classificato quarto. Ha eliminato nazionali decisamente più quotate come Belgio, Spagna e Portogallo.

In semifinale ha perso contro la Francia e poi nella finale per il terzo posto contro la Croazia. È andato ogni più rosea aspettativa.

Brahim Diaz fatica a trovare spazio nella nazionale spagnola e lasciarla per quella marocchina potrebbe consentirgli di essere al centro del progetto. Non avrebbe il posto assicurato, però tante più chance di giocare ed essere protagonista.

Anche se a livello giovanile ha sempre indossato la maglia della Spagna, è comunque legato al Paese in cui è nato suo padre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here