Milan in questo calciomercato si preannuncia già protagonista, arriva un colpo di scena.

Manca ancora molto (ufficialmente poco meno di due mesi) al calciomercato estivo, ma il Milan è già molto attivo. La sessione di trasferimenti che verrà, infatti, vedrà i dirigenti Paolo Maldini e Frederic Massara molto attivi.

Tanto in entrata, quanto in uscita. L’obiettivo – dichiarato – del club rossonero è quello di rinforzare la rosa dei titolari e di alzare, al contempo, il livello qualitativo delle alternative. Insomma, ci sarà molto lavoro da fare.

SITUAZIONI DA SISTEMARE

Prima di gettarsi anima e corpo nella sessione estiva di calciomercato, il Milan dovrà prima sistemare alcune questioni importanti. Chiuso il rinnovo del contratto di Olivier Giroud, andrà chiarito il destino di Rafael Leão.

Le ultime notizie lasciano pensare che il portoghese possa prolungare il suo rapporto con il Diavolo ed anche a breve giro di posta. È certa, poi, la rinuncia a Sergiño Dest e Tiémoué Bakayoko, che non saranno riscattati da Barcellona e Chelsea.

Probabile quella ad Aster Vranckx, che potrebbe far rientro al Wolfsburg. Per Brahim Díaz previsto un incontro con il Real Madrid a fine stagione.

GLI ACQUISTI PREVISTI

Il Milan vuole acquistare, nel calciomercato di luglio e agosto, almeno 6-7 giocatori nuovi. Un paio di difensori (un centrale e un terzino sinistro), un centrocampista centrale, un paio di esterni offensivi (uno a destra e l’altro a sinistra), e, infine, almeno due attaccanti centrali.

Di questi, il centrocampista, l’esterno destro e il centravanti saranno potenzialmente titolari; gli altri saranno di ottimo livello – magari anche giovani -, ma alternative in grado di crescere con la maglia rossonera.

Ma anche e soprattutto di garantire qualità immediata alla formazione di Stefano Pioli per campionato e coppe.

LE CESSIONI IN CANTIERE

Tanti, al contempo, i giocatori che dovrebbero lasciare il Milan nel calciomercato estivo. Detto di Dest e Bakayoko, nella lista dei possibili partenti figurano anche Matteo Gabbia, Fodé Ballo-Touré, Yacine Adli, Junior Messias, Ante Rebić e Divock Origi.

Il terzino franco-senegalese ha mercato in Francia e in Turchia, il fantasista ex Bordeaux dovrebbe invece lasciare i rossoneri con la formula del prestito.

Il croato ha offerte in Germania, mentre per Origi non si esclude una conferma (anche perché Zlatan Ibrahimović non ha ancora deciso il proprio futuro). Qualora, però, arrivasse una buona offerta dalla Premier League inglese, potrebbe far ritorno nella terra d’Albione.

L’INDISCREZIONE

Charles De Ketelaere – pure ambito dall’Atalanta – non lascerà il Milan nel calciomercato che verrà. Maldini e Massara credono nel giocatore, pagato 35 milioni di euro un’estate fa al Bruges, e gli concederanno un’altra stagione per dimostrare tutto il suo valore.

Attenzione, però, nel caso in cui i rossoneri decidessero di cedere CDK in prestito in Serie A, di modo da consentirgli di ‘prendere le misure con il campionato’ senza troppa pressione, ci sarebbe già un club in pole position.

Si tratta del Monza di Silvio Berlusconi ed Adriano Galliani, società ideale, di amici, per far riprendere e crescere De Ketelaere per poi restituirlo al Diavolo tirato a lucido.