Barcellona rischia grosso, esclusioni vicine

0
314

“Non credo giocheranno in Europa”.

Nel recente passato non soltanto la Juventus ha rapito la scena mediatica per la questione relativa al caso plusvalenze. La recente apertura dell’indagine sul ‘caso Negreira’ in cui è stato invischiato il Barcellona ha portato il presidente dell’UEFA Alexander Ceferin a dichiarare che “lo scandalo rappresenta uno degli eventi più gravi della storia del calcio mondiale”.

La sfilza di sanzioni che potrebbero giungere ai danni del colosso blaugrana non sono di poco conto. Non si tratta soltanto di termini economici ma soprattutto disciplinari, a tal punto che si è vociferato della possibilità di escludere il Barcellona da tutte le competizioni europee per club per i prossimi cinque anni, a prescindere da quello che potrebbe essere il piazzamento finale della squadra nel campionato de La Liga.

Il Barcellona rischia grosso, esclusioni vicine

In Spagna la situazione tiene ancora banco, allo stesso modo in cui il caso Juventus anima le discussioni in Italia. L’ex calciatore di Real Madrid e Malaga, Fernando Sanz, avrebbe detto la sua senza mezze misure:

“È una mia personalissima opinione, lo sottolineo, ma credo che il Barcellona non avrà alcuna possibilità di partecipare alle competizioni europee il prossimo anno”.

Per quanto personale, la sua opinione sembra tuttavia rispecchiare il pensiero di molti. Anche degli addetti ai lavori che, più di lui, sono attivamente coinvolti nella faccenda.

Dunque nell’attesa di capire in che modo la Giustizia Sportiva sfrutterà i documenti in possesso, il Barcellona deve guardarsi attentamente le spalle. Ogni mossa, d’ora in poi, potrebbe costare caro.