Arrivano le date dei rispettivi rientri di Maignan e Florenzi.

0
9124

Molto vicini al rientro l’infermeria del Diavolo si svuota. Il periodo negativo del Milan, quello che ha visto i rossoneri uscire dalla corsa Scudetto, dalla Coppa Italia e perdere la finale di Supercoppa in pochi giorni, è coinciso con un altro grande problema.

Ovvero quello degli infortuni. Il Milan si è trovato a gennaio, senza l’ausilio di nuovi colpi dal mercato di riparazione, ad affrontare numerose sfide ravvicinate con la rosa falcidiata. Ma in particolare sono mancati elementi chiave per restare forti e competitivi.

Le novità delle scorse ore fanno invece nuovamente sorridere i tifosi ed in particolare Stefano Pioli. Il tecnico del Milan, dopo aver rimesso in gruppo Zlatan Ibrahimovic, quasi in maniera simbolica, sta per ritrovare altri due tasselli su cui ha puntato forte in passato.


Ieri notizie confortanti nell’allenamento della domenica, che dovrebbero essere confermate anche oggi nella rifinitura delle ore 11 passate in vista di Milan-Tottenham di domani.

Pioli ha ritrovato parzialmente in gruppo Alessandro Florenzi. Il laterale del Milan è fuori ormai da più di cinque mesi, ma finalmente si è rivisto con i compagni, motivato ed in buona forma. Mentre l’altro lungodegente Mike Maignan ha proseguito il suo lavoro personalizzato ma sembra clinicamente guarito.


Il portiere francese, secondo gli aggiornamenti della Gazzetta dello Sport, dovrebbe rimettersi in sesto in tempo per la sfida di Londra, quella dell’8 marzo prossimo in casa del Tottenham decisiva per il passaggio ai quarti di Champions League. Ma in realtà dovrebbe tornare tra i convocati ben prima.

Più cautela per Florenzi vista la natura dell’infortunio al tendine. L’ex romanista dovrebbe essere abile ed arruolabile in una decina di giorni. Per questo motivo si prospetta una convocazione per lui in vista di Milan-Atalanta del 26 febbraio prossimo.

Maignan e Florenzi sono i due calciatori che hanno passato più tempo ai box del Milan, escludendo Ibrahimovic per il quale contano anche motivazioni anagrafiche evidenti.

Il numero 16 francese è divenuto un paradosso: la lesione al polpaccio subita in Nazionale gli avrebbe dovuto far saltare i Mondiali in Qatar e farlo rientrare in tempo per inizio gennaio.

Ma tra ricadute e problematiche più gravi del previsto, Maignan ha allungato la sua assenza fino a metà-fine febbraio, lasciando il Milan nelle mani del vice Tatarusanu per ben 5 mesi interi.

Florenzi invece ha subito il 30 agosto scorso una lesione del tendine in prossimità del bicipite femorale della coscia. Una bella rogna per il terzino, operatosi immediatamente in Finlandia. I tempi di recupero nel suo caso si stanno rivelando come da programma sui 4-5 mesi.